Ernia del disco: i tre principali metodi chirurgici

Posted on aprile 14, 2012

1



La decompressione del disco allevia la pressione in eccesso che ha portato allo sviluppo del mal di schiena come il risultato di danni subiti da uno o più dischi.

Ci sono tre metodi comuni di decompressione in uso oggi, tutti si concentrano sulla rimozione del materiale intorno o all’interno del disco o a curare le radici del nervo collegato al disco danneggiato.

Microdiscectomia.

Si rimuove una piccola sezione di osso sopra il nervo o sotto il disco danneggiato.

Può essere molto efficace quando un ernia del disco è presente, in particolare quando il disco danneggiato è nella spina dorsale o lombare inferiore.

Può fare una differenza sostanziale nella quantità di dolore alla gamba che è spesso associata a una lesione spinale che provoca danni o gonfiore ad uno o più dischi.

Nel corso del tempo, il dolore nella parte bassa della schiena comincia a diminuire e il paziente è in grado di funzionare senza l’ausilio di farmaci.

Laminectomia

Altra procedura di decompressione del disco utile per alcune persone affette da una lesione del midollo o di lombalgia cronica.
Spesso utilizzata quando la fonte principale del disagio è dovuto a nervi danneggiati che stanno causando infiammazione o rigonfiamento nel disco. Comporta la rimozione di una piccola quantità di osso al di sopra del nervo o parte del materiale dal disco sottostante.
Molto simile a microdiscectomia, ma è solitamente concentrata su casi in cui è presente una stenosi spinale.

Discectomia laser

Tipo relativamente nuovo di decompressione del disco. La luce laser viene utilizzata per identificare e correggere i problemi associati con i dischi.
Meno invasiva, si avvale di un endoscopio in miniatura con una fibra laser di precisione.
Il dispositivo è posizionato in modo da entrare nel disco, rimanendo in modo sicuro al di fuori del canale spinale.
Il tessuto in eccesso può essere rimosso dal ernia del disco o sporgenti e consentire il disco per decomprimere tornare a una dimensione normale.
Essendo minimamente invasiva, il tempo di recupero per il paziente si riduce notevolmente.

In generale, le decompressioni del disco di solito aiutano ad alleviare il dolore lancinante e cronico nelle gambe quasi immediatamente. Tuttavia, il dolore alla schiena impiega più tempo a placarsi.

Come i nervi danneggiati e dischi cominciano a guarire, il dolore diventerà più gestibile e, infine, cessare.

Posted in: Generale